Vai ai contenuti

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARI
PER LA PROTEZIONE CIVILE
TUTELA AMBIENTALE
EDUCAZIONE ALLA SALUTE


ALLERTA METEO EMILIA ROMGNA

Consulta periodicamente il sito ufficiale per verificare le allerte e i bollettini di vigilanza emessi
dall'Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile della nostra Regione



Terremoto in Abruzzo 2009


Dieci anni fa il sisma in Abruzzo.

Alle 3.32 del 6 aprile 2009 una violenta scossa di terremoto colpisce l’Aquila e il territorio abruzzese. Il sisma registra una magnitudo 5.9 della scala Richter, una magnitudo momento 6.3 e una profondità pari a 8.8 chilometri.
Il terremoto provoca 309 vittime e oltre 1500 feriti, causando gravi danni alle strutture pubbliche e private e all’inestimabile patrimonio artistico-culturale della zona colpita.
Un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dichiara lo stato di emergenza e nomina il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Commissario delegato fino a dicembre 2009.
L’incarico è poi prorogato fino al 31 gennaio 2010 e, nel mese di febbraio 2010, la gestione passa al nuovo Commissario Delegato, il Presidente della Regione Abruzzo.   ...[continua]


Maltempo di inizio febbraio:
il Governo dichiara lo stato di emergenza nazionale

Il provvedimento riguarda le province di Bologna, di Modena, di Parma, di Piacenza e di Reggio Emilia

Bologna - “La dichiarazione dello stato di emergenza nazionale per il maltempo che ha colpito l’Emilia-Romagna ad inizio febbraio è una buona notizia. Ora attendiamo che la deliberazione assunta ieri dal Consiglio dei ministri sia pubblicata per avere conferma dello stanziamento iniziale di risorse destinate ad affrontare l’emergenza e conoscere le modalità fissate per il primo rimborso dei danni a cittadini e imprese”.
Così Paola Gazzolo, assessore regionale alla protezione civile, commenta il provvedimento approvato ieri sera dal Governo che riconosce lo stato di emergenza per le conseguenze degli eventi verificatisi nelle province di Bologna, di Modena, di Parma, di Piacenza e di Reggio Emilia  dall’1 al 3 febbraio scorsi: le piogge abbondanti, con l’alluvione del Reno nel bolognese; i diffusi fenomeni di dissesto ed erosione delle sponde dei corsi d’acqua; le mareggiate sulla costa e il gelicidio in Appennino, da Piacenza a Modena. Un’ondata di maltempo che ha causato conseguenze per circa 30 milioni di euro nell’intero territorio.. [continua...]


Nel 2019 oltre 700 interventi per 146 milioni di euro
per la messa in sicurezza del territorio

Per la manutenzione e la difesa del suolo e la prevenzione del rischio idrogeologico, in tutte le province.
           
Bologna – Opere idrauliche, frane, versanti e fiumi, difesa della costa, strade interrotte da dissesti. Sono oltre 700 i cantieri per la sicurezza del territorio pronti ad aprire nel 2019 in Emilia-Romagna, per un investimento di 147 milioni di euro.
   
Due le linee d’azione: per la manutenzione e la difesa del suolo, la  prevenzione del rischio idrogeologico in tutte le province, da Piacenza a  Rimini, in arrivo 196 lavori per 26 milioni e mezzo di euro; per la risposta alle emergenze nelle aree danneggiate dal maltempo, più di 500 interventi per oltre 120 milioni.
   
Di questi, in particolare, la Regione ha definito in tempi record il nuovo piano da 244 interventi, per 38 milioni di euro,destinati  a proseguire e chiudere i lavori in seguito agli eventi meteo  eccezionali per i quali, tra il 2017 e il 2018, è stato dichiarato lo  stato di emergenza nazionale. Fondi che rientrano nella prima tranche,  per l’anno in corso, del finanziamento triennale di 135 milioni  complessivi assegnati dal Governo all’Emilia-Romagna a fine febbraio  nell’ambito del programma ‘Proteggi Italia’. Entro 10 giorni, il  Dipartimento nazionale di protezione civile dovrà approvarlo per rendere  operative le risorse, far partire le attività di progettazione e  appalto e arrivare a settembre all’apertura dei cantieri. 244 interventi  messi nero su bianco nell’arco di nemmeno tre settimane dallo  stanziamento delle risorse da parte dell’esecutivo nazionale. [...continua]



Registro Provinciale n° 30923 del 31/03/2003 - Codice Fiscale 91027560340
E.T.S. - Protezione Civile Salsomaggiore "G. Favalesi" - O.D.V.
Created by Cri&Fil
Copyright © All Rights Reserved
Torna ai contenuti