Vai ai contenuti

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARI
PER LA PROTEZIONE CIVILE
TUTELA AMBIENTALE
EDUCAZIONE ALLA SALUTE



ALLERTA METEO EMILIA ROMGNA

Consulta periodicamente il sito ufficiale per verificare le allerte e i bollettini di vigilanza emessi
dall'Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile della nostra Regione



Giuseppe Zamberletti,
“l’architetto” della Protezione Civile
29/04/2021

39 anni fa iniziava la nostra storia! Il 29 aprile 1982 viene istituito il Dipartimento della Protezione civile per coordinare le migliori forze di cui il Paese dispone

Giuseppe Zamberletti ricopre il primo incarico di Ministro senza portafoglio per il Coordinamento della Protezione Civile, e una grande intuizione guida il suo lavoro: la protezione civile è una materia complessa e come tale deve essere gestita. Non si può più ragionare in base alle competenze delle singole amministrazioni. Occorre pensare per temi, lavorare per “funzioni”.
Le specializzazioni, le intelligenze, le singole esperienze professionali confluiscono così nei primi tavoli di coordinamento. Zamberletti getta le fondamenta del moderno Sistema di protezione civile. Dagli anni Ottanta ad oggi, è l’andamento crisi-opportunità a battere il tempo, a segnare il passaggio da una filiera unica dell’emergenza alla definizione dell’intelaiatura di un sistema complesso.
Nel percorso storico che porta alla nascita del Sistema di protezione civile, anche la tragedia di Vermicino ha segnato una tappa importante per la presa di coscienza dei limiti del sistema dei soccorsi e della necessità di un maggior coordinamento delle forze coinvolte nella gestione di un’emergenza. ... [continua]


Rotta del Panaro, ultimato il lavoro della
Commissione scientifica per stabilire le cause

03/03/2021        

Diverse concause all'origine del dissesto, dalle tane degli animali al materiale con cui venne costruito l'argine, ma non per sormonto o mancata manutenzione

Bologna – Un volume di piena con caratteri di assoluta eccezionalità, il maggiore degli ultimi 20 esondazione panaro 2.jpeganni, causato dal livello persistente di precipitazioni cadute in due giorni consecutivi, il più alto dal 1942, e dal concomitante scioglimento della neve in Appennino. Fenomeni meteo che hanno incrementato la saturazione del suolo e messo sotto pressione un argine, quello del Panaro, la cui costruzione risale nel tempo.  
È complesso l’insieme delle cause all’origine della breccia del 6 dicembre scorso che si sono verificate in modo localizzato nel tratto di argine del Panaro a Gaggio di Castelfranco Emilia (Mo).  
A tracciare il quadro dell’accaduto, dopo poco più di due mesi di lavoro, è la Commissione scientifica speciale incaricata dalla Regione nello scorso mese di dicembre e composta da un pool qualificato di esperti presieduti dal professor Giovanni Menduni, del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano.  ... [continua]


Vaccini ai volontari di Protezione Civile
la parola alle Regioni

04/02/2021

Saranno le singole Regioni a decidere se i volontari di protezione civile dovranno essere vaccinati nella terza fase. La scelta dipenderà dall'assimilazione della categoria a quella delle forze dell'ordine

La revisione del piano vaccinale prevede che le categorie rientranti nella fase 3 (personale scolastico, forze armate e di polizia, personale penitenziario e detenuti, lavoratori di servizi essenziali dei settori a rischio e dei luoghi di comunità) con meno di 55 anni siano vaccinate già a partire dalla prossima settimana grazie all'utilizzo del vaccino di Astrazeneca. In questa terza fase inizialmente si era ipotizzato potessero rientrare anche i volontari della protezione civile. Questo avverrà, però, solo se le Regioni decideranno in tal senso. Dal Dipartimento di Protezione Civile, infatti, fanno sapere che la vaccinazione dei volontari di protezione civile in questa fase “dipenderà dalle singole Regioni, cioè dalla loro scelta di equiparare o meno i volontari alla categoria delle forze dell’ordine”. In caso di equiparazione, i volontari rientreranno appunto nella fase 3 di vaccinazione, quella che, in base al nuovo piano, partirà già lunedì 8 febbraio insieme alla vaccinazione per gli over 80 e per le persone fragili e con vulnerabilità. In caso di via libera dalle singole Regioni, a essere vaccinati con il vaccino di Astrazeneca, sarebbero quindi i volontari di protezione civile con meno di 55 anni. In caso contrario, i volontari rientreranno nella successiva fase 4, cioè quella che riguarda il resto della popolazione sopra i 16 anni e per la quale ancora non è prevista una data certa di inizio. ... [continua]


Registro Provinciale n° 30923 del 31/03/2003 - Codice Fiscale 91027560340
E.T.S. - Protezione Civile Salsomaggiore "G. Favalesi" - O.D.V.
Created by Cri&Fil
Copyright © All Rights Reserved
Torna ai contenuti